Monica P rassegna stampa

STAMPA

TRAKS MAGAZINE - intervista - giugno/luglio 2018

TRAKS MAGAZINE - intervista - giugno/luglio 2018

"Il mondo è capovolto e ho dovuto adeguarmi" (intervista di Fabio Alcini)

  

INDIEPERCUI - recensione - marzo2018

INDIEPERCUI - recensione - marzo2018

"Il raccontarsi intimo di un diario vitale che consegna a noi ascoltatori interventi di bellezza sfumata rock strutturata e composta, mai banale e capace di affondare le proprie radici in un cantautorato importante e personale."

  

VINILE - in edicola - marzo/aprile 2018

VINILE - in edicola - marzo/aprile 2018

“Molte canzoni del disco potrebbero essere trasmesse senza problemi dai network nazionali se fossero liberi dai lacci delle playlist. La scrittura dei testi e delle musiche di Monica è matura e varia tematicamente e stilisticamente.” (Vito Vita)

  

L’ISOLA CHE NON C’ERA - recensione - gennaio 2018

L’ISOLA CHE NON C’ERA - recensione - gennaio 2018

"Un album in cui convivono anime diverse fra loro, sintomo di un carattere sfaccettato che si esprime in dieci tracce tra forti accenni rock, sonorità pop e sprazzi di canzone melodica di qualità." (Valeria Bissacco)

NONSENSE MAG - intervista - gennaio 2018

NONSENSE MAG - intervista - gennaio 2018

"Riuscissimo a vivere pensando all’essere e non al fare, credo ci sentiremmo tutti più gratificati"

ROCKIT - recensione - gennaio 2018

ROCKIT - recensione - gennaio 2018

"Rosso Che Non Vedi è un disco di denuncia, ma anche di speranza, perché qualcosa da salvare ancora c’è e non bisogna disperderlo". (Emma Bailetti)

ROCKERILLA - recensione - gennaio 2018

ROCKERILLA - recensione - gennaio 2018

"MUSICA ITALIANA BEN FATTA"  (Simone Bardazzi)

IL SUSSIDIARIO -recensione - novembre 2017

IL SUSSIDIARIO -recensione - novembre 2017

"Un bel disco di musica italiana fa incrociare per una volta ancora le strade di due talenti di un’arte senza tempo, figlia di questo tempo.  La torinese Monica P con il piccolo grande mago dei suoni Antonio Gramentieri."

(Alessandro Berni)

NIGHTGUIDE -intervista - novembre 2017

NIGHTGUIDE -intervista - novembre 2017

(Luigi Rizzo)

BLOW UP - recensione - ottobre 2017

BLOW UP - recensione - ottobre 2017

"In Italia ci sono ancora cantautrici rock genuine che sanno il fatto loro. Monica P rivendica un ruolo di primo piano in quella categoria. Un disco nervoso e compatto, molto ben bilanciato tra l'aggressività del rock e gli spunti melodici della canzone italiana."

(Bizarre)

  

IN MEDIA REX - recensione - ottobre 2017

IN MEDIA REX - recensione - ottobre 2017

"Quasi non vorrei consigliarlo, tenendolo stretto soltanto a me il più possibile, come un pregiato tesoro della quarta arte."

(Giulio Beneventi)

RUMORE - recensione - ottobre 2017

RUMORE - recensione - ottobre 2017

"Un timbro importante, abrasivo, naturale, sexy. Un disco eterogeneo, dinamico e debitore anche dei due precedenti."

(Barbara Santi)

  

TORINOSETTE -LA STAMPA- 20 ottobre 2017

TORINOSETTE -LA STAMPA- 20 ottobre 2017

" Mai schiava della rima baciata a tutti i costi e ben prodotta nelle dieci tracce da Don Antonio Gramentieri."

(Paolo Ferrari)

  

IL BLOG DELL'ALLIGATORE intervista - ottobre 2017

IL BLOG DELL'ALLIGATORE intervista - ottobre 2017

"Una bella sorpresa davvero questa Monica P, giunta al terzo disco...una prova di gran maturità. Da ascoltare."

  

MUSIC COST TO COST - recensione - ottobre 2017

MUSIC COST TO COST - recensione - ottobre 2017

"Monica P prova a dare una scossa alle coscienze di coloro che giaciono in una catalessi sociale."

(Maria Balsamo)

ROCKSHOCK - recensione - ottobre 2017

ROCKSHOCK - recensione - ottobre 2017

"Monica P ha sfornato un ottimo album, consigliato a chi ha voglia di ascoltare alcune sfumature del buon vecchio cantautorato italiano unite a sonorità elettroniche e pop-rock, con testi attuali e profondi, ma soprattutto con una bellissima voce che merita di essere apprezzata, si spera, anche dal grande pubblico."

(Gianmarco Simone)

  

DISTOPIC - recensione - ottobre 2017

DISTOPIC - recensione - ottobre 2017

"Rosso che non vedi ha arrangiamenti semplici ed efficaci, linee melodiche accattivanti, ed è pure immediato."

  

L'ISOLA CHE NON C'ERA - recensione

L'ISOLA CHE NON C'ERA - recensione

Monica P. si è ripresentata in studio, dopo la prima prova che già ci aveva convinti, con un mucchio di idee e con coraggio da vendere, mettendo in piedi un cantiere che prometteva bene da subito.

RUMORE - recensione

RUMORE - recensione

La cantautrice rock torinese offre una solida dimostrazione di talento e applicazioni blues alternative.

  

MUSIC OFF - recensione

MUSIC OFF - recensione

"Quando la musica in Italia crede di non avere proposte, se non quelle che solcano le onde radio più mainstream, arrivano i dischi come "Tutto Brucia", pronti a ricordare che al di là di ogni gusto personale la vena artistica nostrana gode ancora di ottima salute e qualità.
Avvolgente, profondo e conturbante."

MESCALINA- recensione

MESCALINA- recensione

"L’imprinting dark, che la sua chitarra sottolinea prepotentemente, si mescola a richiami ai Calexico, ad atmosfere alla PJ Harvey e al maestro Nick Cave, per un risultato eclettico e molto stimolante. Da ascoltare in perfetta concentrazione, per godere appieno delle molte suggestioni create dalla cantautrice".

PANORAMA

PANORAMA

Recensione videoclip "Io sono qui" in anteprima.

  

BLOW UP - recensione

BLOW UP - recensione

"Monica P ha sicuramente radici fondamentalmente rock, e "Tutto Brucia" (secondo album) va fiero della propria ruvidezza essenziale."

  

BUSCADERO - recensione

BUSCADERO - recensione

"Questo Tutto Brucia riesce a far fare a Monica un salto di qualità e a porla non più come una sorpresa, ma come una realtà consolidata del rock italiano."

  

MUSICTRAKS : intervista

MUSICTRAKS : intervista

intervista sull'album "Tutto brucia"

IL MANIFESTO -recensione

IL MANIFESTO -recensione

"Siamo in presenza di un lavoro maturo e complesso. La voce si è fatta più sicura, e ben si mette al servizio di testi narratori di storie collettive, conflitti intimi, smarrimento e fragilità. Il brano Lucida bisserà il successo di Libera, c'è da scommetterci."

  

IL SUSSIDIARIO. recensione e intervista

IL SUSSIDIARIO. recensione e intervista

"la sorprendente crescita di scrittura e di visione di Monica trova la compagnia provvidenziale e sicura di eccellenti e navigati traghettatori che sanno ancora rendere la musica rock esperienza di condivisione unica"

MUSIC ZOOM - recensione

MUSIC ZOOM - recensione

"Un disco intenso e inafferrabile che va a tinteggiare l’ascolto di atmosfere pop-noise intelligenti e isosceli, rare le concessioni alle superficialità e molto versato negli angoli intimi e personali"

WIKIFREAKS - recensione

WIKIFREAKS - recensione

L’approccio di questa eclettica autrice e compositrice alla musica è anticonvenzionale (se consideriamo l’emisfero femminile del cantautorato italiano) deciso e allo stesso tempo volubile e in continua crescita."

TUTTO BRUCIA recensione di IndiePerCui

TUTTO BRUCIA recensione di IndiePerCui

"...testi maturi di introspezione malinconica e leggiadro savoir faire tipico di chi, con umiltà, vede nascere pian piano il frutto del proprio raccolto."

ROLLING STONE

ROLLING STONE

Recensione videoclip in anteprima.

  

TUTTO BRUCIA recensione di CulturaeCulture

TUTTO BRUCIA recensione di CulturaeCulture

"...questo lavoro possiede già tutte le carte in regola per candidarsi tra i dischi più promettenti dell'anno in entrata."

LA STAMPA - Eventi Astigiani - Spettacoli

LA STAMPA - Eventi Astigiani - Spettacoli

Al Diavolo Rosso c'è Monica P scommessa del folk rock italiano

FULLSONG

Un'italiana che tira fuori un cd che sembra uscito dalla migliore tradizione americana per il suo suono immediato e tagliente come non si sentiva da tempo!
(Piero Vittoria)

BEATBOPALULA

Mi piace pensare che quella P sia un indiretto omaggio a P.J. Harvey o a Patti Smith, con cui mi piace ravvisare rassomiglianze nel suo modo di cantare ruvido e diretto[...] L'unica cantante italiana cui mi sento di paragonarla è la grintosa Nada Malanima del nuovo millennio [...]
I suoi testi sono intimi, personali e non lasciano indifferenti [...]
Per me esordio femminile italiano dell'anno.

MUSICOPOLIS

intervista di Alessandro Riva

MUSICOPOLIS

Aggressivo ma non crudele, aggressivo ma non cattivo… qualcosa che funziona e sa restarti dentro. Il ritmo sa martellare, sa far spingere col piede e con il collo e la testa alla ricerca del battere… sale l'adrenalina e arriva alle stelle il volume di questo disco… mestiere ma non troppo…(A. Riva)

IL QUOTIDIANO DI BARI

Chitarre stridule e a volte piu’ delicate, voce sporca e allo stesso tempo dolce, il tutto riporta ai ricordi del rock con venature punk tipico degli anni ’70, prima tra tutti il ricordo corre subito a Chrissie Hynde dei The Pretenders. Ma non è una rivisitazione di quegli anni, ma un passaggio dalle musicalità di quell’epoca fino ad arrivare ai nostri giorni, un viaggio quello di Monica in continua evoluzione…(Nicola Violante)

Monica P facebookMonica P istagrammMonica P YoutubeMonica P iTunesMonica P AmazonMonica P Spotify